sabato 25 dicembre 2010

Tanti auguri dal Sergente Hartman

martedì 14 dicembre 2010

Prima neve

In questo  periodo, dopo la decisione di iscrivermi alla maratona di Roma, sto correndo il giusto, in attesa di cominciare, gia' questo weekend la trafila dei lunghi a salire verso la maratona... Stavolta non mi faccio fregare!!! Mancano 13 settimane e 4 giorni alla maratona. L'idea e' di correre lunghissimi almeno ogni due settimane e questo farebbe 6 lunghissimi (l'ultimo 3 settimane prima della maratona).
Questi lunghissimi mi piacerebbe fossero tipo: 24-27-30-32-34-36...

Esagero? Cosa ne pensate?

Nelle settimane intermedie, nei weekend, vorrei correre sempre tra i 16 ed i 21km...

Che ne dite?

A questo punto basta solo darsi da fare, nonostante il freddo ed il vento...

Pero' se il panorama e' cosi' la voglia viene da sola...


lunedì 6 dicembre 2010

MARATONA DI ROMA 2011... ISCRITTO !!!!

Ebbene si'!!!!

Il dado e' tratto!
Alea iacta est!!
L'ora e' giunta!!!
Il punto di non ritorno!!!!

MI SONO ISCRITTO ALLA MARATONA DI ROMA 2011 !!!



Com'e' e come non e' stasera, al telefono con amici ex-colleghi di Roma (i "fraciconi"... :-)  ) si parlava di quando riusciremo a vederci, a Trieste, no a Roma, di qui, di la'... A un certo punto mia moglie fa: "Marco, iscriviti alla maratona e andiamo giu' a trovarli"...
COOOOMEEEEEE??????? COOOOOSAAAAAA?????

Ho sentito bene!!!! Come dice, 1500?.... AGGIUDICATO!!!!
Che, mi faccio scappare un'occasione del genere!!!!

E quindi mi sono iscritto, approfittando anche della quota promozionale di 30 euro come iscritto per la prima volta....

Che dire.... CONTENTO!!!
(Ri)vedro' gli amici romani conosciuti a Venezia e ne conoscero' finalmente di nuovi (uno su tutti... RB!!!), finalmente potro' conoscere qualche orange della Running Evolution (Fausto e Giampy aspettatemiiiiii), ecc ecc...

Bene... e ora non resta che impiegare al meglio questi 100 giorni e spicci che mi restano prima dello sparo... stavolta, porca puttEna (alla Banfi), i lunghi li facciooooooooooo

Segnalazione libro simpatico! :-)

Segnalo a tutti i runner all'ascolto l'uscita del libro"Dizionario Ragionato della Corsa" di Mario Setragno, di runningforum.it.



Ho avuto modo di leggere qualche pagina ed e' veramente da sbellicarsi...
La copertina, poi, ritrae il grande Orzowei durante una sua mezza corsa col pettorale in mano, e la cosa non puo' che aumentare la voglia di possedere questa Bibbia della corsa!!!! :-)

Lo trovate al seguente link:

http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=557240

lunedì 22 novembre 2010

PB alla mezza di Palmanova !

La mezza di Palmanova (Udine) viene descritta dovunque come la corsa giusta per ritoccare il proprio PB: piatta, veloce, ben organizzata...
Non posso che confermare!!!! ;-)

Ritrovo alla mattina con Valentina, Stefano, Marco, Carlo, Igor: compagnia ottima, gente simpaticissima, allegria e rilassatezza.

Caffettino in piazza Grande di Palmanova, giretto tra gli stand, ritiro pettorale, plin-plin e via a cambiarsi.

Incontro Orzowei e Pasteo, entrambi alla caccia del PB.
Poi incontro anche l'immenso Ivan Cudin, oggi pacer delle 1:20 (!!!!): solito sorrisone sereno e cordiale.
C'e' pure mio fratello che corre la sua prima mezza con pochi allenamenti alle spalle avendo cominciato a correre meno di 3 mesi fa.

Ritrovo con Agnese e si fa un po' di riscaldamento. Lo speaker annuncia che, con 2740 iscritti, questa mezza diventa la QUARTA MARATONINA D'ITALIA!!!! Complimentissimi agli organizzatori!

Fatto il riscaldamento l'ora di partenza (10:00) si avvicina veloce. Si decide di partire molto dietro per evitare l'imbuto della porta da cui si esce da Palmanova (citta' fortificata a forma di stella accessibile solo da tre porte). Partiamo cosi' dietro (3' dopo lo sparo) che siamo proprio gli ultimi a partire: gli organizzatori ci gridano di andare, spicciarsi... troppo divertente. Chiaramente, da ultimissimi nei primi metri, ci becchiamo un sacco di applausi e foto... :-)
Da subito comincia una cosa di sorpassi: ora ne ho circa 2700 davanti...
Formiamo subito un gruppetto composto da Valentina e Stefano (oggi pacer per Valentina per puntare al PB), Agnese e una collega di Valentina.
Agnese dopo 5km decide di risparmiarsi un po' (lei e' runner da lunghissime distanze e non vuole andare "fuori giri" subito): scelta alla fine vincente.
Arrivati verso il km 10 mi ritrovo leggermente davanti assieme alla collega di Valentina. Stefano mi dice subito "se vuoi andare vai". Per un po' resto prudente e poi, pero', decido di allungare. La collega di Valentina sparisce davanti.
I primi 10km li corro in 52'03" a 5'12"/km.
Tra il 10º ed il 15º km mantengo il ritmo cominciando ad accelerare un po'. Mi fa sempre piu' "sensazione" superare un sacco di gente che ora comincia a soffrire...
Al 15º km decido di provare ad aumentare ulteriormente inanellando qualche km a 5' o anche meno...
La condizione e' ancora buona, forse solo il tendine achilleo destro patisce un po'.

Parentesi: non scherzo, ma verso il 17º km mi pare di perdere qualche colpo, e li' penso ai Fulminei che alla mezza dei 6 Comuni stanno in questo momento "inscenando" un grande spettacolo e mi "rinvigorisco": a bumbazza, alla muerte, non mollare neanche 1cm...!!!!!
Supero la brevissima crisi.

Gli ultimi 3km scorrono quasi in apnea: ancora qualche sorpasso (la collega di Valentina e Orzowei) e infine l'ingresso in citta'. Lo striscione.

Tempo finale (real time): 1:47:27 ! Mio nuovo PB.


Addendum dell'ultima ora (ho scaricato i dati Garmin):

Parziali:
5km     26'14"  5'15"/km
10km   25'49"  5'10"/km
15km   25'32"  5'06"/km
20km   24'44"  4'57"/km
21.1km 5'08"   5'02"/km

Insomma split negativo e progressione costante!

L'orange conquista Palmanova, nonostante le mura!!!! ;-)

Bella la felpa-pacco gara (ORANGE). Ottima organizzazione. Percorso veloce. Tanta gente. Ottima compagnia...
Tutto benissimo!

Sono contento in particolare per aver, in qualche modo, "vendicato" Venezia (dove cercavo le 4 ore nella 42). Pur senza una preparazione specifica per questa mezza, ma solo sfruttando il lascito (peraltro non cosi' esaltante) di Venezia, sono riuscito ad abbassare il mio PB sui 21 di 2' su un percorso piatto (mentre alla Bavisela ci sono comunque 10km di discesetta).

E poi (ok partendo dal fondissimo e' piu' facile) ho sorpassato circa 1200 persone!!!!

Secondo addendum: includo un paio di foto... la prima rispecchia come ho vissuto questa mezza... :-)



giovedì 18 novembre 2010

Voglia di trail...?!?!?

Ieri esco a correre in pausa pranzo. Non so bene ancora cosa fare...

Lunedi' ho fatto un'uscita intensa (quella del "nervosetto") in compagnia di Cristiano e alcuni suoi amici che si stanno preparando per la Cavalcata Carsica - Sentiero 3. Codesti loschi figuri hanno pensato bene di portarmi per sentieri fino a raggiungere Gropada e poi ridiscendere in picchiata verso Basovizza...
L'esperienza sentiero-salita, devo dire, non mi e' dispiaciuta, pero' il giorno dopo , martedi', le gambe accusavano la fatica.
Di conseguenza gia' mi ripromettevo di corricchiare tranquillo, in piano e sull'asfalto il mercoledi' (ieri).

E quindi cosa faccio? Corro non a tutta - vero -, ma decido li' per li' (uscendo di corsa dal sincrotrone) di provare a fare un giro nuovo... dove? Boh... intanto punto verso Basovizza e poi vedo.

A Basovizza mi dirigo verso Lipizza e piego a sinistra nel bosco di Basovizza percorrendo la parte superiore dell'anello lungo. Esco a destra attraversando un piccolo tratto di boschetto per ritrovarmi sulla strada bianca che punta verso la strada Basovizza-Sesana dove arrivo e giro a destra verso Sesana.

Mi ricordo che sulla sinistra c'e' una strada/sentiero/carrareccia che a un certo punto parte decisa.
La raggiungo e la imbocco: strada totalmente nuova per me. Pozzangheroni bestiali (ha piovuto la notte), comincia a piovigginare. La strada sale abbastanza, ma chissa' perche' la salita non mi disturba: sara' probabilmente la voglia di vedere dove arrivero'...?
Sali che ti sali arrivo ad un vecchio valico confinario agricolo: due casette piccole piccole, una guardiola... tutto abbandonato. Posto strano e quasi magico.
Continuo.
Ad un certo punto a sinistra sbuca il sentiero 3 che si congiunge col sentiero/stradina che sto percorrendo: mi ritrovo sul "3" sopra Gropada. Scendo in paese e decido di puntare giu' verso Padriciano attraverso la strada asfaltata. Faccio 500m (o quello che e') e sulla destra scorgo un sentiero carrabile che scendo dritto verso Padriciano. Oggi giornata "trailiforme" e quindi si lascia la strada e giu'... fango, acqua e pietre scivolose mi fanno un baffo!
Arrivo a Padriciano e anche qui decido di andare verso l'Area di Ricerca per imboccare il sentiero che congiunge Area a Sincrotrone.
Finisco il giro di 11.8km sporco e bagnato, ma allegro e in "piena trance"...

Spettacolo!

PS: non sara' mica che il demone trail comincia ad insinuarsi nelle mie corse????



martedì 16 novembre 2010

Provateci anche voi - Give a try

Nuove forme di lotteria?

http://www.dcrainmaker.com/2010/11/november-forerunner-210-giveaway.html

lunedì 15 novembre 2010

Oggi mi sentivo nervosetto...


...o i satelliti erano a meretrici? o il mio forerunner 205 e' partito?

domenica 14 novembre 2010

Faces su iPhotos... WTF?!?!?!?


Mah...

lunedì 8 novembre 2010

Giove Pluvio e Messner al mio fianco


Oggi pioveva proprio tanto. Cioe', roba da secchiate in testa...
Ritardo il piu' possibile il momento in cui andare a cambiarmi per la corsa ma ancora la pioggia non ne vuol sapere di andarsene.
In spogliatoio incontro uno dei frequentatori dell'UPPO di ritorno dalla sua corsa e sembrava un pulcino bagnato: ha strizzato tutto, dai calzini alla maglietta... acqua acqua e ACQUA!!!
Aspetto ancora un po' pero' poi devo uscire altrimenti non ci sto coi tempi.
Comincio a correre e Giove Pluvio, che ha pieta' degli audaci, mi grazia, vedendo che non avrei desistito comunque, concedendomi una finestra di un'oretta per correre.

La strada tra Opicina e Basovizza e' piena di pozzanghere e, almeno all'inizio, non voglio bagnarmi completamente cosi' opto per imboccare la strada verso Gropada. E, visto che non bisogna mollare mai, mi dico "visto che la strada e' in salita perche' non ti spari anche degli scatti in salita tanto per gradire?"
Li' la salita dura e' lunga 1km e picchia abbastanza. Vabbe', alla peggio mi metto a piangere...
Ma ecco che il vecchio Reinoldone Messner mi prende per me e mi conduce la' dove osano le aquile...
Ne escono fuori 5 scatti/ripetute sui 100m corsi molto allegri con recupero di 100 di corsa lenta (non passo). Arrivo a Gropada e di li', dopo breve esplorazione del paese, torno giu' verso la provinciale Basovizza-Opicina.
Da Padriciano al sincro piazzo altri 3-4 scatti per arrivare alla meta avendo corso 8.6km con un bel lavoro di potenziamento.





Sono molto soddisfatto. la salita la temeva ma SI PUO' FAREEEEEE ;-)

Nella foto iniziale potete godere dei colori di cui ho goduto durante questa uscita: Carso in autunno = magia...

venerdì 5 novembre 2010

Fine prima settimana di corsa post-Venezia


Oggi, salvo uscite nel weekend (ma dubito), finisco la prima settimana di ripresa della corsa dopo la maratona di Venezia.
I ritmi non sono, ovviamente, alti ne' tirati, pero' mi premeva non trascurare il chilometraggio. Lo avevo fatto dopo la mia prima maratona e poi me ne sono pentito. Mi e' sembrato, a posteriori, di aver sprecato un patrimonio di forma fisica duramente costruito durante i mesi pre-maratona.
Cosi' questa settimana, dopo una settimana di stop immediatamente dopo la 42km, ho cercato di correre abbastanza.
Risultato: 3 uscite, 35km totali. Dopo lunedi' in cui ho corso 10km in una specie di fondo lento, mercoledi' ho corso un fondo Progressivo fatto da 8km a RG+10", 4km a RG-5", 2km a RG-15" per un totale di 14km (+1 di defaticamento - vedi figura iniziale), mentre oggi ho corso 10km in un Progressivo km per km con una media finale pari al RG.

Parentesi: ora come ora chiamo RG (Ritmo Gara) il ritmo che vorrei tenere (fino alla fine!) alla prossima maratona. Dite che sto partendo da troppo lontano? L'idea e' sicuramente quella di puntare alla maratona di Trieste dei primi di maggio (e il contatore all'inizio del mio blog indica quanto manca - adesso qualcosa tipo 26 settimane e rotti),  pero' non so bene se e' giusto comunque partire fin da subito con il riferimento di quella corsa o se ne frattempo dovrei differenziare i ritmi...
Cosa ne pensate?

Nel frattempo mi piacerebbe partecipare alla mezza di Palmanova fra due settimane e qualcosa... cosa faccio in queste due settimane? Mantengo i km e basta? Piazzo un paio di sedute di ripetute o quantomeno variazioni di ritmo importante?
AAA Allenatore/consigliere cercasi!!!! ;-)

martedì 2 novembre 2010

RICOMINCIAAAMOOOOOO


Io non posso restare seduto in disparte, ne' arte ne' parte...

Si', la maratona di Venezia e' andata e ora si ricomincia!
Una settimana di stop mi pare piu' che sufficiente, no?
Ieri, quindi, un bel 10km a RG+10 (mi albanesizzo un po'...) - FL, per ricominciare.
Uscita serale, atmosfera magica: Trieste e le sue rive, piazza Unita' e le sue luci, la Lanterna e il suo mare, i Campi Elisi e la sua salitella, viale Miramare e i suoi alberi...
Insomma una bella uscita, con le gambe ancora un po' imballatelle ma tutto sommato che giravano.

E ora? Cosa mi riserva il futuro?
I soliti programmi (portasfiga) a lungo termine? Beh... pero' qualcosa devo pur pensare...
Sicuramente vorrei fare la maratona di Trieste a maggio 2011: e' quella di casa e non posso mancare. Percorso stupendo, arrivo trionfale in piazza Unita', magia lungo la costiera...
Prima?
Maratona di Roma sarebbe bello ma non so quanto fattibile logisticamente... ma chi lo sa...

Prima ancora?
Mezza di Palmanova fra poco meno di tre settimane? Certamente potrei sfruttare la preparazione per la maratona e magari rifarmi un po' dopo la semi-delusione di Venezia...

Voi che dite?

mercoledì 27 ottobre 2010

Venicemarathon a mente fredda

Svariati blogger hanno postato lo specchietto dei tempi parziali e allora mi dico che non posso essere da meno...!
Ecco qui:


E' evidente come fino a 30km la tabella delle 4h era praticamente rispettata.
Il passaggio alla mezza in 2 ore spaccate (o quasi) poteva far ben sperare ma non lo scopro io che la maratona presenta il conto dal 30esimo km in poi.

Sono sempre piu' convinto che i crampi siano stati determinati al 70% dalla mancanza di riposo pre-corsa e al 30% dai pochi lunghi pre maratona.
Come ho gia' detto in qualche post fa, alla fine non ho corso tanto meno (per non dire forse qualcosa di piu') rispetto alla preparazione di Trieste 2008.
Certo che c'ho pure 2 anni in piu' sul groppone, pero' la violenza dei crampi che ho provato, secondo me, non e' giustificabile solo dal non aver corso un paio di lunghi in piu'...
Ovviamente puo' pure essere che mi sbaglio in pieno...

Comunque lezioni imparate, per quanto possibile.

Vedendo come e' andata ai vari blogger comincio a farmi un'idea di cosa fare per correre (quantomeno) Venezia al massimo:

- indossare canottiera gialla Fulminea d'ordinanza
- indossare tuta CSI pre-gara
- farsi crescere almeno un paio di baffoni (meglio se stile YMCA)
- indossare parruccone attira-gallinelle venete

Cosa dimentico...?

lunedì 25 ottobre 2010

Zanger a Venezia - Considerazioni


E parliamo di questa maratona di Venezia 2010…!

Le premesse sono eccezionali… Il blogpoint al sabato presso l'Expo e' veramente fantastico. Conosco un sacco di bloggers e anche se e' la prima volta che ci vediamo mi sembra già' di conoscerli tutti.
Yogi, erMoro, Master Runners, Giovanni56, Simone e Anita, Filippo, Orzowei, e poi la mia memoria fa cilecca… non si offendano quelli che dimentico!!!! ;-)

Torno a Trieste per cena (dlin! campanello d'allarme!!! ERRORE!).

Vado a letto presto (prima delle 23) ma la sveglia mi sveglia alle 3:15AM per prendere il treno da Trieste (dlin!!! ERRORE!!!). Dalle 4:30 alle 6:25 sono in treno.
Colazione alla stazione di Mestre (cappuccino e brioche… dlin!! ERRORE!!!) e navetta per Stra.

Arrivato col primo bus trovo un'atmosfera abbastanza silenziosa e assonnata. Cielo coperto, bruma mattutina, poca gente (per ora!)…
Mi cambio e mi preparo ad incontrare altri blogger.
Finalmente conosco anche Alvin, Pasteo e Fat. La foto di gruppo la cippo perché bloccato dall'ingorgo umano enorme tra bagni e spogliatoi.
Comunque sacca consegnata in tempo e torno verso la partenza.

Il fido Yogi cerca di farmi ragionare a riguardo del ritmo iniziale da tenere. Lo ascolto, sarei anche tentato di stargli appiccicato ma allo sparo comincio a corricchiare e già mi metto davanti a lui di qualche metro.
"Giovane impetuoso" mi definirà e, seppur non proprio giovane, mi comporto proprio da impetuoso… Sto al passo per un paio di km ma poi mi ritrovo solo e in una specie di trance in cui corro al ritmo delle 4h e tutto sembra filare bene, perfettamente in sintonia col creato. Sorry Yogi…

Il mio ragionamento e': l'obiettivo sarebbero le 4 ore, se corro a 6'/km dopo non ce la farei a recuperare negli ultimi 10km, per cui tento di tenere e poi magari, pur rallentando, forse ce la faccio…
Passano i vari paesi lungo il Brenta, un sacco di band che suonano, una barca piena di gente con le vuvuzela che incitano, uno che sta nuotando seguito da un codazzo di canoe, mani di bambini protese per dare/ricevere un 5… tutto splendido!!!
Ad un certo punto aggancio pure Angelo, del CAI Pistoia amico di Ezio. Mi dice "corriamo assieme per un paio di km?" Beh quel "paio" di km diventano una quindicina!

Ad un certo punto arriviamo verso il 30esimo km e li' il conto mi viene presentato: mal di pancia e, soprattutto, CRAMPI. Non sono mai stato "tipo da crampi" ma tutti quelli che non ho mai patito in passato arrivano assieme ora!!!!
Situazione: crampi ad entrambe le gambe (!) e su tre (3) fasce muscolari diverse (!!!): polpacci, retro cosce e vasti mediali. Di colpo divento un albero con due tronchi!!!! Ovviamente mi fermo, stretcho un po' e provo a camminicchiare per un po'… Devo rifermarmi ancora un po' di volte. Poi riesco a riprendere molto lentamente. Sento che i crampi aspettano solo una mia accelerata per rifarsi vivi…

Pian piano proseguo. Al parco di San Giuliano, verso la fine, l'immenso Yogi mi fa capire che c'e' sempre da imparare dagli altri. Al suo passo costante mi passa, cerca di incitarmi a stare con lui (e di questo lo ringrazio), ma proprio non ce la faccio…
Nel frattempo il buon Angelo, veramente troppo gentile ad aver corso con me ed aver cercato di aspettarmi, prosegue anche lui al suo buon passo.
A questo punto sono solo, alla fine del parco e col ponte che mi aspetta.

Piccolo inciso: quanto spaccagambe erano quelle tre salite dei sotto e sovrappassi??? Mortacci…

Lungo il ponte ritrovo quantomeno una certa costanza nella corsa, che pero' ora mi fa viaggiare a ritmi decisamente alti. Di fatto il ponte non lo vivo male.
Ripensandoci il muro, quello psicologico, quello che ti fa vivere come se la benzina fosse finita e le lampadine fossero spente, non mi pare di averlo provato (come neanche successe nel 2008 per la prima maratona). "Semplicemente" sono i crampi, o meglio il rischio crampi, a farmi da pacer: tu vai, se acceleri un zinzino troppo ti fermo io.

A questo punto sono a Venezia, zona porto. Un paio di km che non vivo ne' bene ne' male. Ho chiaramente capito, già sul ponte, che nulla al mondo mi farà arrivare in tempo, e neanche per migliorare il personale di 4:07.

Parentesi: in effetti ai 30 ero passato in 2:51: avevo 1 ora e 9 minuti per fare 12km: bastavano 5'45"/km per potercela fare. Ad avere le gambe in un'altra condizione non era del tutto mal pensata la cosa… E poi fiato e condizione generale erano, tutto sommato, sufficienti. Solo sti crampi… grrr

Vabbe'. Finalmente arriva la teoria di ponti. Duri. Nient'altro. Paura di scivolare sul legno bagnato (probabilmente infondata).
Ponte sul canale. Altri ponti.

Fatto l'ultimo ponte vedo l'arrivo. Sono deluso. Arrabbiato no, deluso. Cio' nonostante, quasi di sorpresa, mi scappa una lacrimuccia. E li' forse capisco che comunque sia andata e' stata una grande esperienza. In fondo non ho mollato. I crampi mi volevano seduto sul camion scopa e io li ho portati, invece, a Venezia. Neanche i 14 maledetti ponti han potuto bloccare questa mia risoluzione.

Vedo, poi, gente che arriva in lacrime, piena di gioia, entusiasmo… E io chi sono per essere così presuntuoso da permettermi di essere arrabbiato per il mio 4:19 finale? La maratona va rispettata, e con essa le persone che la corrono e la finiscono, in qualsiasi condizione.

Così' taglio il traguardo e mi scappa pure una V di vittoria con la mano.

Arrivato vedo solo Ezio. Purtroppo di li' in poi non vedrò nessun blogger o forumendolo e questa e' la cosa che più mi dispiace.

Per concludere, piccola analisi su questa mia seconda maratona:

Aspetti positivi:
- averla finita
- aver conosciuto tanti blogtrotters, uno meglio dell'altro
- aver imparato delle cose nuove su ritmi e preparazione
- aver confermato che, di riffa o di raffa, posso fare una maratona (e non che la prima era un caso o un exploit isolato)

Aspetti negativi:
- riscontro cronometrico
- crampi dal 30esimo km
- mal di pancia

Cause:
- solo due lunghi (25 e 30km) durante la preparazione
- sabato su e giù tra Trieste e Mestre per i pettorali (stanchezza)
- sveglia alle 3:15 per prendere il treno (pesante stanchezza)
- non aver ascoltato Yogi. :-)

Leggo in questo momento un commento di Yogi su un altro blog:
"meglio provare e poi pentirsi che pentirsi di non aver provato"
Beh, questo mi rincuora… c'ho provato.

E poi, come scrive Fat nel suo blog, finire una maratona dando il massimo di quello che si ha e' comunque un successo.
Almeno questo l'ho fatto!

venerdì 22 ottobre 2010

Venice Marathon checklist: cello, cello, mamanca...



E ormai mancano meno di 48 ore allo sparo...
I pensieri cominciano ad essere sempre piu' focalizzati sulle 4 ore successive...

Intanto spunto la lista di cose che mi serviranno e che dovro' portare con me e che ho gia' cominciato a mettere in borsa:



vaselina
Arnigel
scotch carta para-capezzoli
deo stick  post-gara
asciugamano post-gara
maglietta post-gara
mutande post-gara
calze post-gara
cappellino
tuta post-gara
antivento post-gara
pile pregara
scarpe post-gara?
occhiali vista
lenti a contatto
canottiera gara
maglietta RE arancione manica corta
maglietta Nike grigia manica lunga
pile grigio manica lunga
antivento Nike
pantaloncini grigi 3/4
calze Nike
scarpe gara
pettorale+chip
GPS Garmin
Orologio Oregon Scientific
Gel gara
caramelle miele
Benagol
Cibo post-gara
Labello
cellulare
biglietto treno


Dimentico qualcosa?
Ho qualche dubbio sul vestiario. Data per quasi certa la scelta dei pantaloni 3/4, mi chiedo cosa mettere sopra... Pensavo ad una maglia tecnica manica lunga con sopra la canottiera sociale... Opzione: un gilet antivento (comunque traforato sulla schiena) senza maniche...
Mah...

mercoledì 20 ottobre 2010

VENEZIA - 4... e tutto va bene?


Mancano 4 days a Venezia... mizzeca.
La settimana di scarico comincia con 14km domenica scorsa a cui sono seguiti (complice il tempo veramente disastroso qui a Trieste) 7 oggi. Ritmo gara e qualche accenno di fartlekino giusto per movimentare la cosa.
Il raffreddore misto a mal di gola che mi perseguita da domenica mi da' fastidio ma sono speranzoso che il peggio sia coinciso con i giorni di brutto tempo (vento teso e freddo) qui a Trieste.

Le sensazioni come sono? Boh...
La testa mi dice che mi mancano almeno 2-3 lunghi "degni", ma i km registrati mostrano che ho corso piu' di quanto feci prima di Trieste 2008.
Bene quindi... o no? Non e' che ho fatto piu' uscite corte invece di farne meno ma piu' lunghe....?
Eccheccazzo non lo so e a questo punto 1) non importa e 2) non cambia nulla.

Domenica mattina s'ha da pedalare di buona lena, agganciare qualche trenino dell'ammore fino ai ponti e li' trovare lo spirito del Messner che ' in me e che si esaltera' per le salitelle...
Confido nella compagnia di qualche blogtrotter sottolequattrooreanchedipoco-ista per tenermi su durante i 42km e poi abbracciarsi dopo il traguardo.

Quanto faro'? Boh... ma poi quanto e' importante?

lunedì 11 ottobre 2010

Penultima settimana prima di Venezia - 16.5km



Comincia la penultima settimana prima della maratona di Venezia!
Le tabelle a questo punto, di solito, recitano qualcosa del tipo: ventina di km due settimane prima e poi uscite a ritmo gara (piu' o meno) durante la settimana, poi 12-15km la domenica prima della maratona e poi scarico totale durante l'ultima settimana.

Non avendo potuto correre ieri, oggi esco per correre la "ventina" di km a, possibilmente, ritmo gara.
Esco con Enrico, nuovo "dipendente" da maraton(in)e e affini (esordio 8 giorni fa nella mezza con 1h39' su percorso ondulato, prossimo esordio in maratona a Firenze a fine novembre e, udite udite, propositi "Passatoristici" per il 2011!!!) per qualcosa tra i 15 ed i 20km.

Il percorso parte dal sincrotrone e si dirige verso Gropada lungo la salita. Dopo 1km svolta a  destra e 1km di sterratone in salita abbastanza "hard". Si sbuca sulla strada bianca per Sesana e li' ci si dirige. A Sesana (Slovenia) giriamo i tacchi e via verso Basovizza e poi sincrotrone.

Visto il percorso molto vario e con un certo numero di dislivelli un po' tagliagambe e visto che stiamo sotto al mio ritmo maratona di qualche secondo a km (e visto che per via del fondo sconnesso il tendine un po' "lo sento") decido che 16.5km possono bastare, anche vista la condizione direi molto buona con cui finisco. Gambe ancora toniche, fiato a posto, stanchezza poca... Insomma: soddisfatto!

Questa settimana punto a fare altre 2-3 uscite attorno ai 10km, sempre senza forza i ritmi, per poi fare un 12-15km a RG nel weekend o giu' di li'. L'ultima settimana sara' dedicata a corsette piu' brevi e probabilmente a ritmo piu' lento.

Non vedo l'ora di partecipare al doppio blogpoint di Venezia, il sabato e la domenica.
Ovviamente non vedo l'ora di passare sotto lo striscione della partenza a Stra e possibilmente quello dell'arrivo a Venezia!
Direi che, tutto sommato, mi piacerebbe finire e farlo con un tempo inferiore al mio unico riferimento in maratona, quel 4:07 e rotti di Trieste 2008. Se poi il muro delle 4 ore fosse alla portata vedro' di dargli una spallata!!!


giovedì 7 ottobre 2010

Pettorale per Venezia! (se ancora si puo'...)


Interessa a qualcuno?
No, non e' il mio... pero' c'e' un mio amico che alla fine non la corre...
Assolutamente nessun bagarinaggio!!! Prezzo di costo!
Garantisco io.

PS: ovviamente l'offerta e' valida fintanto che il pettorale rimane non ceduto. Il mio amico, nel frattempo, potrebbe trovare qualcuno.

mercoledì 6 ottobre 2010

Ivan Cudin sul Corriere - Italians !!!


Sono orgoglioso di potervi mostrare una delle lettere che Italians, il forum di Beppe Severgnini sul sito del Corriere, ha pubblicato proprio oggi.
E' un messaggio che ho mandato il giorno dopo la vittoria di Ivan Cudin alla Spartathlon 2010.

Un po' di visibilita' a questo "eroe" non guasta (e piu' in generale al mondo podistico-maratonistico-ultramaratonistico)!

:-)

Spartathlon 2010 su Italians

lunedì 4 ottobre 2010

Venezia arriviamo!!! Ultimo lunghissimo

Noto con piacere che il tono di tanti blog in questi giorni e' molto simile: tutti a fare lunghi e lunghissimi in vista di Venezia…
Non posso che aggregarmi anch'io!

Lunghissimo di 30km eseguito! 
Percorso abbastanza vario in termini di salite/discese. Diluvio scrosciante dal 20esimo km in poi…
Tutto sommato sono soddisfatto.
Certo, sarebbe stato meglio arrivare almeno a 32, se non 35, chilometri, ma il meteo non e' stato clemente e comunque ero abbastanza cotto.



Perché sono comunque soddisfatto?
Mah… non e' certo una valutazione "sensata" ed oggettiva, ma mi da' un po' di conforto… eccola qui:
nella preparazione della mia prima maratona nel 2008 avevo corso al massimo 32km, ma quel lungo mi aveva visto trascinarmi dal 25esimo in poi, con tratti al passo, soste, ecc ecc…
Stavolta, invece, ho corso tutti e 30 i km, pianino (comunque più veloce di due anni fa) ma corso. Qualche crisetta in corrispondenza di tratti in salita ma tutto sommato ho retto bene.
Il percorso, poi, non era totalmente piatto come quello di due anni fa e, anzi, in questo caso la prima meta' era sostanzialmente in leggera discesa mentre il ritorno in leggera salita.
Dal punto di vista di fiato quasi nessun problema. Le gambe erano indolenzite ma, per dire, il giorno dopo non ho avuto rigidità', acido lattico o quant'altro…
Giusto un po' di carenza di benzina verso la fine ma confido che i ristori possano fare la differenza in corsa.

Insomma, sono prudentemente ottimista.
Certo, le 4 ore saranno dure (avrei dovuto rispettare meglio la tabella, i lunghi, ecc), pero' l'idea di arrivare a Venezia e arrivarci in condizioni buone ora non mi sembra così utopica…

Inoltre già mi figuro un plotoncino composto dal sottoscritto, Yogi, Fat, Anita e chi altro vorrà aggregarsi per sfidare questo muro cronometrico…
Sono certo che avere altri vicino non potrà che aiutarmi nei momenti, sicuri, di crisi che arriveranno…

Piazza San Marco, Venezia, traguardo… aspettateci che arriviamo noi!!!!

lunedì 27 settembre 2010

-26 giorni a Venezia: pensieri

Ormai mancano meno di 4 settimane alla maratona di Venezia! Uao come passa il tempo!!!

A questo punto urge una riflessione sul punto della situazione.
La tabella iniziata tempo fa e' stata, diciamo, abbandonata a favore di una tipologia di allenamento piu' "alla giornata", sempre tenendo a mente chilometraggi e diversificazione delle sedute. Certo, non sono stato rigoroso come tabella imponeva, pero' spero di non aver buttato del tempo.
Il punto dolente e' la mancanza di tanti lunghi. Vuoi per il tempo, vuoi per gli impegni, vuoi per altri motivi, non sono riuscito a fare quello che avrei dovuto.
Questo potrebbe seriamente inficiare l'esito della maratona, ma ormai sono in ballo e voglio ballare.
D'altra parte pure per la maratona di Trieste del 2008 la mia preparazione non era stata ottimale per quel che riguardava i lunghi. Questo e' il motivo che mi da' un po' di fiducia...

Ora in queste meno di 4 settimane devo piazzare l'ultimo lunghissimi (almeno 32-24km) e fare ancora almeno una mezza o poco piu'.

Diciamo che non sono proprio tanto ottimista: non credo proprio di poter puntare alle 4 ore (anche se partiro' con quell'idea e poi vedo se arriva un crollo). Mi piacerebbe pero' migliorare il tempo di due anni fa (4h 7') e arrivare "in salute"...

Spero che la presenza di tanti altri blogtrotters possa rivelarsi un doping emotivo efficace!

sabato 25 settembre 2010

Ivan Cudin e' leggenda

Speravo di poter scrivere un post cosi' prima o dopo...


Ivan Cudin, italiano, gia' campione europeo e terzo mondiale nella 24h, collega, amico, persona tanto straordinaria quanto tranquilla, gentile e pulito...


HA VINTO LA SPARTATHLON 2010 IN 23 ore, 6 minuti e spicci...


Entra di diritto nella leggenda e nel novero dei piu' grandi ultramaratoneti mondiali viventi.


Onore a Ivan.

venerdì 17 settembre 2010

Altra pausa ed eccomi di nuovo qui...

Questo agosto e' stato pienissimo e veramente di postare non ho avuto tempo... :-(
Ridendo e scherzando ora mancano 36 giorni a Venezia e io mi ritrovo con ancora pochi lunghi nel mio carniere...
Devo fare ancora almeno un 32 e un 36 e qui diluvia!!!

Il 32 lo devo piazzare o nel weekend o lunedi', altrimenti mi prendete col cucchiaino a Mestre...

Le sensazioni avvicinandomi a Venezia non sono buone. Non ho svolto la preparazione come avrei voluto nonostante un inizio promettente. Il caldo e gli impegni hanno condizionato il tutto. Non vorrei veramente aver buttato via un'occasione.

In ogni caso ho quantomeno corso delle corse un po' diverse...

Running in Malmoe (Svezia):

Ennesima corsa all'estero per via della partecipazione ad una conferenza. Bei parchi, tanta gente, bei posti...
BELLO!!!


Gara di 8km: L'atleta chiamato cavallo (http://www.asdsportiamo.com/)

Singolare garetta svolta sul percorso dell'ippodromo di Trieste: 10 giri da 800 metri da correre su fondo simil-sabbia un po' compattata. Secondo me un terreno durissimo, soprattutto per i miei tendini. 
C'e' da dire che l'organizzazione e' stata impeccabile ed il pacca gara ottimo: per 10 € avevi maglia tecnica Craft a manica lunga, polsino portachiavi adidas, portachiavi galleggiante e il solito integratore... 


Bon... sperim ben... ora devo cercare di "chilometrare" per almeno altre due settimane e poi cominciare a scaricare (non che stia avendo un chilometraggio decente...).
A questo punto il sogno e' sempre le 4 ore ma la vedo dura... arrivare e onorare la corsa sara' il mio traguardo, tutto quello che ci sara' in piu' sara' ben accetto...

Quantomeno conoscero' un bel po' di blogtrotters!!!! :-)

mercoledì 4 agosto 2010

Che dire... mah...



Dopo un lungo intervallo rieccomi qui a postare.
E' stato un periodo abbastanza movimentato: weekend lungo in montagna, lavoro, acquisto moto con relativa trasferta a Merano per recuperarla (KTM LC4 640 SM... YESSSS), lavori in casa.... insomma un bel incasinamiento!

Nonostante tutto sono piu' o meno riuscito a continuare a correre anche se non ho piazzato un paio di lunghi che volevo... e qui si comincia a non scherzare che Venezia incombe!!!!

Il caldo, comunque, e' ancora fastidioso, anche perche' di solito corro in pausa pranzo e sembra di essere nel Sahara...

Ho anche deciso di non affrontare la gara 3 (persone) x800 (metri) x1 (ora) di Muggia perche' non sono del tutto certo che il mio tendine stia proprio proprio in condizione perfetta... meglio non rischiare!

Questo venerdi' vorrei piazzare un 24km sperando che sia ben gradito dalle mie gambe e dal mio attuale stato di forma (che non e' proprio il massimo)... staremo a vedere!

mercoledì 7 luglio 2010

Running in Hamburg e altri mattoncini


Continua la tradizione delle corse all'estero quando sono in trasferta per lavoro.
Questa volta ho avuto modo di apprezzare un magnifico parco che si trova alle porte del comprensorio di DESY, l'area di ricerca (con sincrotrone, acceleratore di particelle, laser ad elettroni liberi, ecc ecc) di Amburgo. Bel parco, ombreggiato, pieno di sentieri, di gente che corre, e tutto il resto...

Tornato a Trieste continuo la tabella di attacco e distruzione del Muro e ieri mattina sveglia alle 5:15 e giu' in strada per 21km da casa fino alla Tenda Rossa sulla costiera triestina e ritorno. Il Garmin l'ho scordato al lavoro e quindi vado solo con il cronometro e i riferimenti di Google Earth. Mantengo un ritmo "da lungo" che mi trasmette ottime sensazioni nel senso che alla fine sono stanco ma non distrutto. Ho allenato anche (o soprattutto) le articolazioni e lo "stare in strada" per due ore: mattoncini fondamentali da avere per poi sgretolare il Muro delle 4 ore...

E' difficile correre con questo caldo: non e' che non lo sopporti (anzi non mi da' fastidio); il punto e' che chiaramente influisce sulla brillantezza e sulla tenuta...
Spero che comunque questi allenamenti "a caldo" tornino poi utili quando mi trovero' di nuovo al fresco e, spero, avro' maggior "spunto"...

Buone corse!

giovedì 24 giugno 2010

Repetita iuvant...???


La ripetute non mi piacciono, l'ho gia' detto altre volte. Ritengo anche che per preparare da mezze in su (e specialmente maratone) non servano neanche piu' di tanto, quantomeno a pseudo tapascioni sulle 4 ore...
La tabella che ho preso come riferimento per abbattere il Muro di Venezia (non lo sapevate che ce n'e' uno nella citta' lagunare???) mette il mercoledi' come giorno dedicato alle ripetute.
Fortunatamente si parla di ripetute lunghe, non meno di 500 metri. 

Ieri avevo in programma 6x1km a 5'05"/km con recupero di 500 metri a 6'/km. Ho fatto piu' o meno quanto richiesto, riscaldandomi per 2.5km, per poi fare 5x1km a 5'05" con recupero indicato e 1km finale in allungo.
Direi tutto ok. Se sono cosi', le ripetute non mi dispiacciono... Gia' pensare di scendere sotto il km mi sconfinfera meno... Al caso modifichero' quanto richiesto dalla tabella...

Comunque il totale di ieri recita 10.8km a 5'27"/km finale. Sono soddisfatto.

Mi resta sempre il dubbio se servano o meno ste ripetute... a sentire Albanesi mica tanto, almeno per mezze e maratona... voi che ne pensate?

Buone corse a tutti!

lunedì 21 giugno 2010

First brick if the wall... andato!

Oggi becco una pausa tra le continue piogge e piazzo il primo lungo della tabella d'attacco al Muro...

Parto da Basovizza in direzione Sesana (SLO) lungo la strada bianca. Da Sesana punto ad Orlek (SLO) e ritorno in Italia imboccando la ciclabile che mi riporta a Trebiciano. Di qui, vista anche l'ora, percorro la provinciale verso Basovizza girando a Padriciano verso i campi da golf e indietro a Elettra.




Totale 17.5km a ritmo tabella. Buone sensazioni di fiato, gambe e umore...


Oggi ho colto l'occasione per provare il regalo dei miei colleghi: un "camelbak" della New Balance.


Che dire? Non mi ha dato alcun fastidio l'averlo addosso... temevo strusciamenti sulla schiena o fastidi con gli spallacci, ed invece nada... tutto ok!
Unico problema e' l'abitudine (che manca!) a bere dal tubo: succede che per far arrivare l'acqua bisogna dare almeno un paio di ciucciate a vuoto e, correndo, non e' del tutto naturale. Poi l'acqua arriva e magari trabocca... 
Comunque decisamente un accessorio interessante ed utile. Ne faro' buono uso!

Intanto ho comprato un altro paio di Nike Pegasus per continuare la tradizione... Ho preso il modello 26 (e' appena uscito il 27)... Solite sensazioni di solidita', affidabilita', robustezza. Adatte al mio peso non proprio mosca. Ormai non cambio piu', almeno finche' mi trovo cosi' bene.

giovedì 17 giugno 2010

THE WALL - tabella di distruzione !!!



Il grande Bress non predica invano...
Dopo l'esempio delle sue tabellone d'attacco di vari stili, ho deciso di dare un nome ed un'impronta alla preparazione per Venezia...
A Venezia bisogna infrangere il muro delle 4 ore per cui l'attacco al tempo sara' scandito dalla tabella "THE WALL" (che riporto nel link sotto al titolo del blog). 
Diciamo che la tabella indicata servira' da canovaccio per impostare soprattutto i lunghi (quando farli, quanto, ecc ecc).
Nondimeno il martello e' stato sfoderato e la distruzione del muro mattone per mattone e' gia' cominciata!!!!

Che Thor mi sia al fianco e doni potenza distruttiva al sacro martello!!!!

4 ore in fondo sono solo 14400 secondi...!!!!

venerdì 11 giugno 2010

LOST!


Ma dico io... uno va a correre in pausa pranzo per provare nuovi sentieri nei boschi dietro al posto dove lavora... lo fa nonostante i quasi 30 gradi e sole a picco... lo fa nonostante la sgambata del giorno prima... e cosa ottiene? Un'uscita memorabile? Si'.... ma in negativo!!!!!

Esco per fare una decina di km e torno indietro con 16km dovuti all'essermi di fatto perso... i sentieri erano nuovi e la presenza dell'autostrada vicina, se da un lato mi dava comunque un aggancio al mondo reale, dall'altro mi ingannava facendomi credere di essere in un certo posto quando invece ero in un altro...

Morale: a 8km dalla partenza mi rendo conto che non sono dove volevo essere e che per tornare indietro passero' per posti in cui non volevo passare... al tutto si aggiunge stanchezza, caldo, sete e un po' di sconforto...

Insomma un'uscita demmerda... comunque posso vederla come un ottimo allenamento per quel che riguarda le crisi che di sicuro prima o poi vivro' se decido di proseguire verso questa folle idea di allungare i chilometraggi (vedi la lista dei desideri in testa al mio blog)...

Vabbe'... buone cris... eh... corse a tutti!

mercoledì 26 maggio 2010

Settimana veloce e Wishlist


E con oggi fanno 3 uscite in 3 giorni... roba corta, niente di che.
Sto cercando di velocizzare un po' l'azione e quindi i ritmi si fanno un po' piu' veloci rispetto alla preparazione per la maratonina di inizio maggio. Ovviamente roba da tapascione, pero' oggi i 5'10" medi su 7 km li ho portati a casa non dico "scioltamente" ma quantomeno con relativa freschezza.
Si sa che non prediligo questa roba corta e veloce ma tant'e'...



Ora vorrei fare qualcosa di piu' lungo entro la fine settimana giusto per non disabituarmi a stare sulle gambe 1 ora e mezza o piu'...

Prego notare anche la nuova pagina dei desideri sulla barra in alto... Si capisce che mi piacciono le lunghe distanze?

lunedì 24 maggio 2010

8 km... col morto (e non scherzo!)



Che brutta esperienza!!!!

Oggi durante la mia uscita in pausa pranzo, proprio 1km dopo l'inizio, ancora sulla strada in pave' dietro al sincrotrone, ho visto un uomo morto disteso per terra con un nylon a coprirlo...

Antefatto: oggi a pranzo faceva abbastanza caldo ed il sole picchiava. In spogliatoio, prima di uscire, si chiacchierava con altri runner da pausa pranzo e qualcuno ha pure detto "cominciano ad uscire anche quelli che si improvvisano, che vanno a correre ora per sperare di dimagrire prima dell'estate"...

Fatto sta che io mi avvio e lungo la stradina dietro al sincro ad un certo punto vedo una volante dei Carabinieri ferma (e' zona pedonale) e per terra qualcosa coperto da un nylon bianco. Pensavo/speravo fosse un animale selvatico e invece, avvicinandomi con la mia corsa, ad un certo punto ho chiaramente visto una persona distesa sotto al nylon... Un signore non giovane, un po' panciuto ed in tenuta da jogger...!

Che impressione!!! Non sapevo che fare... e stavo pure correndo vicino ad uno che era chiaramente morto perche' e' andato a correre in condizioni che, a posteriori, non doveva trascurare...

Ho proseguito e, a dirla tutta, ho cambiato pure programma: volevo fare un percorso saliscendi sotto il sole e invece ho ripiegato per il bosco di Basovizza... :-|

Queste cose mi fanno pensare... e un po' rabbrividire...

giovedì 20 maggio 2010

Sulle orme di Ivan Cudin...? :-O

Titolo provocatorio per un post che prima di tutto e' un festeggiamento per l'impresa di Ivan Cudin:
campione europeo individuale e a squadre della 24h, nonche' medaglia di bronzo nell'individuale mondiale e d'argento a squadre mondiale sempre della 24h...!!!!
Ah si'... dimenticavo la migliore prestazione italiana di sempre sulal distanza!!!
UN FENOMENO!!!!
E devo dire che e' stato interessantissimo ascoltare alcuni aneddoti e dettagli di questa sua impresa direttamente da lui... Veramente un atleta straordinario!


E cosi', giusto per non puntare alto gia' mi frullano in testa idee malsanissime, assieme al mio collega e amico Cristian... una ultra prima o dopo? Non dico 100km, pero' chi lo sa... ci sono un paio di corse che potrebbero essere "puntabili" nel 2011...
Ovviamente, come ho gia' avuto modo di dire durante il 2009 (causa sfighe), meglio non fare proclami o programmi irrealizzabili... prendo tutto come viene... pero' un pensierino...

Vabbe'...
Intanto, sempre con Cristian, questa settimana ho provato a delineare un percorso per raggiungere la ciclabile che dall'altipiano carsico porta giu' in citta'... con 20-25km in leggera discesa sarebbe un ottimo modo per rimettere su qualche km dopo la mezza di due settimane fa... Vediamo un po'...


Tra il punto 6 e il 7 c'e' il bivio per puntare a Draga Sant'Elia dove comincia la ciclabile...

Buone corse!

giovedì 13 maggio 2010

FORZA IVAN!!!!


Post stringato per ricordarvi che in questo momento, e fino a domattina alle 10, si corre il mondiale di 24 ore in Francia.
Della spedizione azzurra fa parte anche Ivan Cudin, mio collega e amico.
Per chi non lo conoscesse Ivan e' una delle persone piu' tranquille, simpatiche, modeste e valide che io conosca. Non un'esagerazione, una "montatura" di testa... il fair-play fatto persona...
In questo momento e' decimo grazie ad una condotta di gara per ora eccellente che gli ha fatto recuperare una decina di posizioni solo questo pomeriggio...
Al momento e' primo degli italiani e punta al nono posto occupato da un belga...

Qui trovate il live tracking.
E qui la pagina facebook dedicata all'evento.

GO IVAN GOOOOO

martedì 11 maggio 2010

Rientro post-maratonina e running in Lund (Svezia)

Passata la sbornia della Bavisela 2010, ho lasciato passare qualche giorno prima di effettuare la prima uscita. In realta' complice e' stata anche una trasferta di lavoro che mi ha portato a Lund (Svezia), 40' di treno da Copenhagen.
Ovviamente mi sono portato la roba per correre! Ormai mi piace poter segnare i vari posti in cui sono stato con qualche uscita podistica.
A Lund, da questo punto di vista, niente di trascendentale: 7.5km in zona albergo. Nell'immagine vi vedono i primi km e poi il Garmin mi ha abbandonato causa batteria scarica.


Comunque mi ha colpito la relativa freschezza con cui son partito: pensavo a gambe pesanti e legnose ed invece sono andato sciolto, senza neanche fare troppissima fatica, a 5'10"-20"/km per tutti i 7 chilometri e rotti... Mi sa che fare gare lunghe mi fa bene! ;-)

Oggi comincio la settimana con 8.6km di corsa media per "ravvivare" le fibre e ricordare alle gambe come si corre...


In questo periodo non ho obiettivi vicini... Il target e' Venezia a fine ottobre. Nel frattempo, come mi ha consigliato il mio negriero personale Giampy, punto a velocizzare un po' le distanze piu' corte, diciamo i 10km. Cosi' punto ad andare avanti fino a fine giugno. Se poi mi capita una mezza, nel frattempo, mi piacerebbe farla.
Da luglio i km dovrebbe cominciare a crescere: a quel punto ci sarebbero 4 mesi per la maratona e quindi un buon momento per cominciare la preparazione specifica.

Rispetto ai 21km il mio sogno sarebbe quello di riuscire a scendere a 1h 45' entro la fine del 2010... non so bene se sta cosa sarebbe meglio provarla prima di Venezia o tra Venezia e fine anno (praticamente novembre o dicembre)...

Voi cosa ne dite?

Buone corse a tutti!