lunedì 31 gennaio 2011

Idoneita' agonistica, una domanda e altre amenita'



1) sabato scorso visita medico-sportiva con esito positivo: sono abile ed arruolato a proseguire con l'attivita' sportiva agonistica (o "agonica"?)!!! La dottoressa ha detto che ho un cuore da sportivo e che non dimostro i 40 anni che compiro' in giugno (sgrunf!)... meglio cosi' che un calcio nelle palle, no?

2) la stessa dottoressa, pero', mi ha chiesto quante maratone corro all'anno e le ho detto che quest'anno ne vorrei correre 3... al che mi dice che recenti studi hanno verificato che farne piu' di due puo' provocare, alla lunga, pi' problemi che altro... ha tirato in ballo anche, oltre a micro lesioni e usura di articolazioni (e questo ci puo' stare), MICRO INFARTI...?!?!?!?!? Qualcuno ne sa qualcosa?

3) oggi 13.5km a RG su percorso ondulato piuttosto e anzicheno'... il vento ed il freddo fanno da contorno a questo piatto... comunque mi sono divertito.

4) gennaio 2011 si chiude con 166km... RECORD! e' il mese con piu' km nella mia (breve) storia podistica. Ed inoltre sono tutti km corsi in allenamento: zero gare. Devo dire che sono molto contento.

Buone corse.

16 commenti:

kaiale ha detto...

che dire...tante maratona in un anno non sono certo un bene, però se recuperate bene tra di loro non creano chissà che danni.
poi dipende da fisico e fisico

Anonimo ha detto...

1) i "recenti studi" dicono tutto e il contrario di tutto
2) fermo restando che un po' più attività "veloce" e meno maratone farebbe bene a molti sotto il profilo prestativo
3) secondo me la dottora te se vole fa'.
luciano er califfo.

Marco "Zanger" ha detto...

@kaiale: in effetti e' cosi' che la vedo anch'io...

@califfo: 1) e 2) te li quoto... sul 3).... dici? Non e' manco malaccio la dottora... (e poi c'era pure l'infermiera che non scherzava...) mah... :-)

Oliver ha detto...

La regola delle due maratone l'anno non è poi così recente, anzi! Io non le adoro e ne faccio una ogni 2-3 anni... Se vuoi farle bene puntando al tempo fanne meno, altrimenti fanne di più, tieniti controllato e non avere obbiettivi troppo ambiziosi

Oliver ha detto...

Se ti tieni ben controllato hai anche una scusa in più per dottoressa e infermiera ;D Poi ti metti in politica...

nino ha detto...

speo proprio che si sbagli 'sta dottoressa. io per il secondo anno di file ne correro tre e due a distanza di 21gg.
anche per me 'sto mese si profila record. non assoluto ma considerando il clima....

theyogi ha detto...

gli studi di chi...? son solo statistiche! se anche i top ne corrono max 2 l'anno ci sono altri motivi.... secondo me un tapascione dovrebbe limitarsi a una, fatta al meglio... ;)

orzowei ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
orzowei ha detto...

Dovresti chiedere al signor C.F., classe 1948, che nel 2010 ne ha corse 34, con tempi che vanno dalle 5h 44' alle 4h 12', come risulta dalla maxi classifica pubblicata da "Correre" (pag. 66).
Ma poi, scusa, se non sai tu "quante riesci a farne"....;)
A proposito di farne, se sei stato a fare la visita alla Salus, l'infermiera che hai visto è una mia ex ;)

insane ha detto...

Avevo sentito anch'io qualcosa del genere,ma non credo che sia la terza a darti la mazzata per un anno..
Dopo che ti ha detto "non dimostra i suoi 40 anni" ha aggiunto "si spogli"?!?!? ;)

orzowei ha detto...

Con me succedeva che mi spogliasse lei.
Tra l'altro non mi ha mai dato del lei....
:)

insane ha detto...

Basta che si spogli anche lei poi mi può dare anche del voi... ;)

Tosto ha detto...

io ho letto che se le corri piano, cioè come noi, l'usura non è come quella degli atleti di vertice che in effetti ne fanno 2 o al massimo 3.
Ad ogni modo 3 è il mio massimo annuale per ora :)

Marco "Zanger" ha detto...

@oliver: in effetti questa storia l'avevo sentita anch'io a suo tempo (ma applicata ad atleti di vertice). Quello che mi giunge nuovo e' il discorso dei micro-infarti... cioe', usura ok, ma micro-infarti?!?!

@nino: bene per il record e le 42... ma si', dai... la dottora non puo' che sbagliarsi!!!! ;-)

@yogi: la tua visione sulla 42 non mi e' nuova e capisco i tuoi punti... pero' anche l'anima ha bisogno di cibo, e se per tanti il cibo equivale a correre 42 e arrivare piangendo forse non li si puo' biasimare...

@orzo: pero' il punto e' anche questo! cioe' io di mio potrei anche sentire di farne 10 e magari le faccio pure senza evidenti traumi nell'immediato... la dottora, pero', sostiene l'esistenza di processi "sotterranei" che alla lunga crea un grosso problema...
Per quel che riguarda l'infermiera spero non fosse la tua ex senno' sei a rischio come il Berlusca... questa non aveva piu' di 25 anni e mi pare che tu sia sposato da piu' di 7, no?

@insane: giusto il commento sulla terza.
Per il complimento della dottora, non per vantarmi, ma me lo ha fatto quando ero gia' spogliato e disteso sul lettino!!!! :-P

@orzo: porco!

@insane: anche tu, porco! ;-)

@tosto: ecco, anch'io voglio vederla cosi'...! :-)

Rupikaber ha detto...

Che una maratona possa fare male al cuore e che esistano studi in tal senso è una cosa assurda. Ricerche obiettive ce ne sono veramente poche, non solo in campo sportivo. Basti pensare al vino: in Italia e Francia, paesi produttori, ti dicono che un bicchiere ai pasti ti fa vivere 10 anni in più e che ti preserva dall'arteriosclerosi mentre altrove basta una goccia d'alcool per danneggiare irreparabilmente le cellule cerebrali. Chi ha ragione? Probabilmente nessuno. Per lo sport, io ti faccio una semplice osservazione. Una maratona non sarà MAI uno sforzo salutare, un esercizio fisico che possa fare bene al fisico (anche se un limite ragionevole potrebbe essere 5-6 maratone all'anno). Non esiste una sola persona che corra distanze lunghe e che non debba affrontare problemi fisici più o meno seri e, di tutti quelli che iniziano a correre ad un certo punto della propria vita, pochi, molto pochi, corrono ancora dopo 10 anni (perché motivi fisici glielo impediscono). Ma il motivo principale sono problemi tendinei, articolari, discopatie, microtraumi ripetuti a cui aggiungerei anemie e osteoporosi precoci (soprattutto per le donne), non certo problemi cardiovascolari. Chi corre maratone, sia per la durata della gara sia per il totale annuale degli allenamenti, in realtà si allena molto meno, come tempo impiegato, rispetto ad altri sport. Se pensi ad atleti di alto livello, un ciclista totalizza in un anno circa 1.500-1.600 ore di allenamenti/gare; su valori solo poco inferiori sono sciatori di fondo e nuotatori. Un maratoneta arriva a malapena a 600-700 ore. A mio avviso appare evidente che il "logorio" fisico della corsa non sia imputabile ad un prolungato utilizzo del sistema cardiovascolare ma piuttosto ad altro (vedi sopra).

Marco "Zanger" ha detto...

@Andrea Rupikaber: scusa per la rispota tardiva... grazie del tuo commento, come sempre molto equilibrato e sensato. In effetti i punti da te sollevati sono condivisibili, ed infatti prima della chiacchierata con la dottora mai e poi avrei paventato scenari ti quel tipo... diciamo che mi aveva messo la pulce nell'orecchio e ho voluto "infestare" anche voi!
:-)