sabato 17 maggio 2008

Fine della prima settimana di corsa dopo la maratona

Ieri concludo la mia prima settimana di corsette dopo la maratona di Trieste.
7.5 km a 5'12"/km. Tutto bene. Sensazioni buone...
Il ginocchio e' ancora tranquillo e soprattutto non mi da' fastidio durante la corsa (il resto del giorno magari un po' si', pero' scaldato a puntino va bene).
Questa settimana e anche la prossima saranno settimane di corse tranquille e solo leggermente spinte. Voglio evitare qualsiasi tipo di eventuale problema post-maratona, anche se gia' adesso come adesso mi sento bene.
Poi ho idea che provero' a velocizzare i ritmi e provare qualche seduta di ripetute (colpevolmente trascurate durante la preparazione della maratona) in modo da farmi trovare pronto quando comincero' il programma di 16 settimane per la maratona di Venezia.
Parlando con il mio collega Michele mi sono quasi convinto che sui 5000 valgo ora come ora almeno 4'40"/km (Vivicitta' di 12 km l'ho fatto a 4'52" - sempre tapascione rimango!) e quindi vorrei tentare un programma FIRST per correre in 3h50' la maratona... Sarebbe incredibile poter scendere cosi' sotto le 4 ore alla seconda maratona e con un miglioramento di 17' e rotti...
Sto facendo il passo piu' lungo della gamba?
A dirla tutta la prima maratona (il 4 maggio scorso - Trieste) forse potevo impostarla leggermente piu' veloce di quello che poi e' venuto fuori, pero' al momento mi sembrava prudente innanzitutto finirla...

Insomma non lo so... usero' queste settimane/mesi prima dell'inizio della preparazione (sempre se tutto va bene) prevista per fine luglio (che bel clima fresco!!!) per valutarmi e, perche' no, migliorarmi...


13 commenti:

franchino ha detto...

Ciao, che tipo di problema hai al ginocchio?

Marco ha detto...

Il ginocchio mi da' fastidio (dolore vero direi di no... anche se a volte, soprattutto se resto in certe posizioni per un po' mi fa un po' malino all'inizio) nella parte interna, piu' o meno all'altezza della testa della tibia. Credo sia un'infiammazione localizzata li' (o sulla zampa d'oca)...
Quando si scalda passa tutto.
Ho quindi escluso la sindrome alla bandelletta ileo tibiale (che colpisce la parte esterna del ginocchio).

Ora aspetto qualche tempo (giorni/settimane) per vedere come evolve, poi magari mi faccio vedere...
Hai qualche dritta?

franchino ha detto...

Potrebbe essere una leggera borsite... io ho risolto una forte infiammazione al rotuleo con formazione di edema con degli impacchi di argilla verde e olio di arnica (trovi tutto sul mio blog). E' un antiinfiammatorio naturale; l'argilla la trovi in erboristeria in polvere. La misceli con acqua e olio di arnica, fai l'impacco e lasci asciugare. Se il fastidio diventa dolore riposa e fai ecografia o ancora meglio la risonanza. In bocca al lupo, ciao!

Marco ha detto...

Ottima dritta!
Io prima della maratona del 4 maggio scorso (che ho corso senza problemi al ginocchio che mi aveva cominciato a dar fastidio due settimane prima) avevo fatto impacchi con ghiaccio e applicazione di quei cerotti stile mal di schiena e la cosa aveva funzionato...
Ora non vorrei continuare in eterno con questa soluzione....

Mathias ha detto...

ma complimenti per la maratona marco..te li faccio in questo post!dai che il ginocchio si sistema.meglio un acciacco piccolo piccolo dopo, che prima della gara che stavi tanto preparando

Francarun ha detto...

io credo che sia un'affaticamento...nulla di grave.
E credo che la prossima maratona abbasserai ulteriormente il tuo tempo, farai come me, garantito...
Ciao Francarun.

Marco ha detto...

Grazie Mathias e grazie Franca!!!!
Spero anch'io che pian piano si riassorba tutto...

Per la prossima maratona sarebbe bello migliorarsi... Realisticamente ce la posso fare e spererei di non fare il passo piu' lungo della gamba con il programma per le 3h50'... Diciamo che finirla sotto le 4 h mi basterebbe...

franchino ha detto...

MArco il problema di una infiammazione in zona ginocchio è che anche se uno sta a riposo comunque tutto il giorno il peso del corpo grava lì. Sicuramente è una piccola infiammazione, vai tranquillo che passa. Provala comunque l'argilla, è un rimedio anche per molte altre patologie come puoi trovare facilmente in rete.

Francarun ha detto...

Dice bene franchino, anch'io uso l'argilla, la vendono in farmacia già pronta oppure in erboristeria. Quando la metti aspetta che sia seccata bene e poi la sciacqui. Per quanto riguarda la maratona se ti stai gia allenando bene dopo quella di Treviso sicuramente è automatico che farai meglio, per il tuo obiettivo di stare sulle 3h,50 non dovresti aver problemi, terrai un passo sui 5,30 al km, e visto che riesci ad allenarti sui 5,15 non dovresti far fatica.
Quale maratona farai?
:-)

Francarun ha detto...

Solo quella di Venezia o ne hai in programma un'altra? :-)

Marco ha detto...

L'argilla anche in farmacia??? benissimo! provero' a cercarla... ma e' un prodotto con una marca o la prepara la farmacia stessa?

In verita' ho fatto Trieste non Treviso. ;-)
Comunque mi piacerebbe fare Venezia in ottobre e sicuramente Trieste di nuovo il prossimo anno a maggio.... Nel mezzo non saprei... forse e' ancora troppo presto per pianificare troppo maratone una dietro l'altra...
Magari nel 2009 potrei pensare di farne 3.

franchino ha detto...

Marco l'argilla la trovi anche in qualche farmacia, la trovi ventilata e non. La prima è molto fine, la seconda meno, ma per gli impacchi una vale l'altra. Io ho preferito quella in polvere e non quella già pronta in modo da poterla miscelare a mio piacimento con olio di arnica. Se te la misceli tu ricordati di non farlo con materiali in ferro/acciaio (così dicono...). Trovi qualcosa di interessante qui:
http://www.macrolibrarsi.it/
speciali/proprieta-terapeutiche-
argilla.php (tutto attacato).
Ciao!

Marco ha detto...

Grazie franchino!
:-)