martedì 10 novembre 2009

La pioggia nel pineto


Taci. Su le soglie
del bosco non odo
parole che dici
umane; ma odo
parole più nuove
che parlano gocciole e foglie
lontane.
Ascolta. Piove
dalle nuvole sparse.
...


Uso le parole del Vate per rendere l'idea di quello che ho provato nell'uscita di ieri. 8.4 km in pausa pranzo iniziati con cielo grigio e lieve schizzettio e finiti sotto pioggia abbondante...
Mi sono divertito un mondo!!! Correre nel bosco con la pioggia in questa stagione e' qualcosa di unico... Il Carso, poi, dona degli scorci eccezionali grazie ai colori del Sommaco che spaziano dal giallo intenso al rosso vivissimo...
In questa atmosfera i km sono andati via veloci. Soli rumori i passi, il respiro, le foglie calpestate, le gocce sulla vegetazione...
Questo tipo di comunioni con la natura hanno il potere, ogni volta, di rendere la corsa veramente un'esperienza unica...

Buone corse a tutti!

E piove su i nostri volti
silvani,
piove su le nostre mani
ignude,
su i nostri vestimenti
leggeri,
su i freschi pensieri
che l'anima schiude
novella,
su la favola bella
che ieri
m'illuse, che oggi t'illude,
o Ermione.

6 commenti:

Tosto ha detto...

io non so chi tu se ma poeta me sembri veramente quand'io todo.
(Revisited By Tosto :)

the yogi ha detto...

quando correre diventa un arte.... ;)

Fatdaddy ha detto...

Io trovo semplicemente stupenda la foto...l'hai fatta te?
Bellissima.

Marco ha detto...

@Tosto: :-D

@Yogi: VERO!

@Fat: purtroppo no... l'ho scaricata da internet (cercando Carso + sommaco)

er Moro ha detto...

Parole immense che perfettamente si sposano con le sensazioni che dà il correre... Grande Marco, grande, è QLL CHE MI SERVIVA!

Marco ha detto...

Grazie Moro! :-)